BANDO PER RESIDENZE @TENUTA LA FAVOLA NOTO  2018

clic sul bottone per scaricare il bando in pdf


Noto, 27 giugno 2017

 

BRIDGE ART//CONTEMPORARY VISIONS progetto con il patrocinio del Comune di  Noto indice un bando unico al fine di assegnare la residenza artistica full(Y)_grounding 2018 che avrà luogo a Noto - Siracusa, presso Tenuta La Favola.

La residenza si svolgerà nel seguente periodo:

-      full(Y)_grounding  8 gennaio - 25 febbraio 2018

 

Open Call: 27 giugno 2017 - Scadenza invio candidature: 18 settembre 2017 - Proclamazione finalisti: 20 ottobre; proclamazione vincitori alla fine di novembre presso il Macro a Roma

 

Invito per artisti e curatori a inviare un progetto di arte contemporanea in dialogo con il tema: Confine di contatto / Contact boundary

 

TEMA  

                                                                                

Confine di contatto

 

Apparso per la prima volta nel 1951 in “Teoria e pratica della Terapia della Gestalt” di Fritz Perls, il termine “confine di contatto” individua il luogo del contatto tra l’uomo e l’ambiente, quel confine in continua evoluzione e trasformazione in cui avviene la relazione io-tu nel qui e ora. 

Individuo e gruppo sociale non sono entità a sé ma parti separate di una stessa unità in reciproca interazione*. La tensione che può esistere tra esse non è espressione di un conflitto ma il necessario movimento di un campo che tende all’integrazione e alla crescita. Il confine di contatto è il luogo in cui accade l’interazione, in cui restare coi sensi aperti perché è lì che si deve cercare la vita, nell'esperienza organistica dell’entrare in- e nel ritrarsi dal- contatto. Sul confine del contatto, luogo dell’esperienza condivisa, la figura si stacca dallo sfondo, prende forma e si differenzia, sostenuta da una forza vitale che consente di destrutturare e ristrutturare la realtà in maniera assolutamente creativa e unica. Ecco che una presenza piena nel confine di contatto è la condizione fondamentale per risolvere i problemi concreti nelle relazioni umane e il fondamentale strumento di conoscenza tra organismo e ambiente.

 

Il bisogno di esperire si traduce così in adattamento creativo grazie al quale ogni essere si adatta alla realtà e nel contempo la trasforma sviluppando una capacità/abilità di stare con il nuovo, l’imprevisto, con ciò che è dinamico e cangiante sul confine di contatto. In questa ottica i confini tra l’essere umano e tutto ciò che percepisce come estraneo tendono a risultare arbitrari poiché sono frutto della volontà discriminativa del soggetto, disposto o meno ad entrare in contatto o a ritirarsi dall’altro da sé, sulla base della consapevolezza di se stesso. Il ‘confine’ riproduce quindi anche quel limite oltre il quale, percependo l’invasione del nostro Io, ci sentiamo minacciati. Più la nostra identità è debole, frammentata, dominata dall’insicurezza, dal pregiudizio e dalla paura, più sente labile e permeabile il proprio confine e per difesa si ritrae in una metaforica fortezza, edificata su stereotipi, ostilità, esclusione. I confini dunque sono geopolitici e concreti come le frontiere, i muri, i fossati, ma anche interiori, individuali e collettivi.

 

Il Sud-est siciliano, lembo più meridionale d’Europa, confine tra due continenti, da secoli terra di conquista che conserva sotto ogni passo tesori nascosti e resti di civiltà scomparse, dove specie botaniche e animali si mescolano generando forme di vita uniche, ancora oggi luogo di approdo dei più importanti flussi migratori dell’Occidente, si offre fisicamente e metafisicamente come confine di contatto, occasione, nella sua complessità e problematicità, di nuove strategie adattative, dove fondamentale diviene l’assunzione della responsabilità di ogni individuo nel creare il suo progetto di vita nel mondo.

È un’opportunità per avere uno sguardo diverso sul futuro, l’invito ad una positiva rielaborazione della traità (la relazione tra gli esseri), fiducia in un sorprendente ribaltamento della prospettiva sfondo/figura.

 

*Margherita Spagnolo Lobb, “Il now for next in psicoterapia”, Ed. Franco Angeli

 


RESIDENZE

 

Le residenze di Bridge Art si svolgono a Noto, Patrimonio dell’Unesco, all'interno di Tenuta La Favola, un'azienda vitivinicola a impatto zero da anni all'avanguardia in tecniche di produzione biologica. Esse fanno parte di un più ampio progetto che vuole creare una fucina laboratorio di sperimentazione delle più recenti ricerche del contemporaneo in un sito sensibile ai temi ambientali e legati all’eco-sostenibilità per creare, non solo metaforicamente, una piattaforma multiculturale che sia ponte tra realtà straniere e italiane. Gli artisti selezionati potranno qui incontrarsi, esplorarsi, contaminarsi, ritrovarsi e farsi comunità respirando le suggestioni del luogo e favorendo così un percorso creativo che apra e si apra a nuove riflessioni, a proposte e suggestioni, allo scambio e all'integrazione, al continuo e proficuo rinnovamento di idee che sia insieme occasione di crescita e sviluppo umano, artistico ed economico.

 

Le residenze del progetto BRIDGE ART hanno come finalità di:

1.       promuovere e incentivare scambi nazionali e internazionali tra artisti

2.       facilitare i contatti degli artisti residenti con le realtà territoriali (scuole, istituti, università, associazioni, enti ecc.) al fine di attivare contaminazioni culturali e nuove opportunità e al tempo stesso aprire le comunità ospitanti alla conoscenza e fruizione partecipata dell’arte contemporanea;

3.       offrire uno spazio di lavoro, ricerca e riflessione;

4.       mettere in contatto artisti e curatori di diverse provenienze culturali allo scopo di favorire occasioni di confronto e scambi di esperienze;

 


LOGISTICA

 

La residenza si svolgerà nella Casetta degli Artisti all'interno di uno dei campi sperimentali bio di Tenuta La Favola nel lembo più meridionale della Sicilia. La Casetta è un antico palmento in pietra (luogo in cui si lavorava l’uva per trasformarla in mosto), interamente recuperato mantenendo l’originaria struttura di muri in pietra, tetti in legno, pavimentazione in cotto siciliano e pareti colorate con pigmenti naturali. La struttura di ca. mq 50 consiste di una camera con angolo soggiorno con due letti singoli e letto matrimoniale, cucina indipendente e bagno. All'esterno sono stati previsti spazi lavoro.

 


TERMINI E CONDIZIONI PER GLI ARTISTI SELEZIONATI

 

Criteri di ammissione

Non ci sono limiti né di età né legati alla nazionalità, all'etnia o alla religione. La residenza fully_grounding 2018 prevede di ospitare 2 artisti di nazionalità diversa.

La scelta dei candidati ammessi alle residenze avviene secondo i seguenti criteri:

a)      Percorso artistico

b)      Valorizzazione della presenza multiculturale nel progetto

c)       Qualità della proposta progettuale

d)      Coerenza del progetto con il tema e con principi della residenza

e)      Potenzialità di porsi in relazione con i contesti locali.

 

Selezioni

La selezione degli artisti si effettuerà esclusivamente tra tutti coloro che hanno partecipato al bando lanciato attraverso open call.

Nella valutazione sarà privilegiata la qualità e l’originalità del progetto. Il progetto potrà essere presentato a) dai curatori che segnaleranno gli artisti partecipanti; b) dietro auto candidatura.

I progetti selezionati verranno sottoposti per la valutazione finale ad una giuria che come da regolamento, viene rinnovata ogni anno. La Giuria è presieduta dalla direzione di Bridge Art (Lori Adragna Critica d’arte e Direttrice Artistica e Valeria Valenza Direttrice) ed è e composta  da alcuni membri del comitato scientifico ai quali si aggiungono di anno in anno esperti in vari settori.

 

Bridge Art si riserva l’opportunità di invitare gli artisti ospitati a partecipare a incontri e talk, dibattiti e letture.

Ove necessario, per ospiti stranieri, Bridge Art può redigere una lettera di invito per assistere i residenti selezionati nell'ottenimento di fondi specifici.

 

Presidenti di Giuria


Valeria Valenza - Direttrice Bridge Art, scrittrice e germanista specializzata in didattica delle civiltà (Noto SR - New York)

Lori Adragna - Direttrice artistica Bridge art, critica e curatrice di arte contemporanea, saggista (Palermo - Roma)

 

Commissione di Giuria 2018

Modalità di partecipazione

 

La partecipazione alla selezione è gratuita.

           Ogni candidato dovrà presentare la seguente documentazione:

 

1.               Application form debitamente compilato e firmato

2.               Fotocopia di un documento di identità in corso di validità

3.               Documento in pdf di circa 1800 battute con:

                            A) descrizione del progetto che si intende realizzare nel corso della residenza 

                            B) breve descrizione dell’opera che il candidato intende lasciare alla

                            Tenuta la favola e che entrerà a far parte del parco museale in fieri,

                            come patrimonio Bridge Art

4.               Immagini del percorso artistico 2/4 immagini (max 2 mega) che siano testimonianza del percorso artistico

5.               Curriculum con le principali attività svolte ed eventuali link a website di max 1 pagina 

 

Le candidature relative alle residenze dovranno pervenire entro e non oltre i termini fissati dal bando. Il materiale sopra elencato dovrà essere inviato per email all'indirizzo info.bridgeart@gmail.com specificando nell'oggetto “candidatura residenza fully_grounding 2018 “

 

TUTTI I DOCUMENTI DEVONO ESSERE PRESENTATI IN FORMATO PDF

 


TEMPISTICA

 

          Casetta degli Artisti sarà a disposizione per la residenza fully_grounding 2918

          dal 8 gennaio al 25 febbraio 2018

 

 

REGOLE CONTRATTUALI


La Residenza piloterà gli artisti attraverso incursioni nel vasto patrimonio ambientale, culturale e storico-archeologico dell'area siracusana e ragusana, con ricerche sul campo e osservazioni partecipate. Saranno favoriti incontri e percorsi di confronto tra artisti ed esperti di vari settori (archeologi, curatori, giornalisti, scrittori, storici, esperti di biodiversità, artisti locali ecc.).

 

    Gli ospiti della residenza full(y)_grounding sono garantiti di:

 

.  Alloggio presso la Casetta degli artisti

.  Uso di auto

. Contributo di € 500,00 al mese a copertura di spese viaggio, vitto, materiali, benzina. In casi particolari e previa comunicazione, valutazione e accettazione della Direzione, verranno supportate spese eccezionali riguardo a viaggi dall'estero e alla produzione di opere     

·  Spazi all'aperto per esperienze creative integrate nell'ambiente naturale

·  Tutoraggio

· Attrezzature, impianti e materiali presenti nella Tenuta ove espressamente autorizzati

· Diffusione dei risultati delle residenze in modo capillare con strumenti cartacei ed informatici come sito web, social network e riviste periodiche del settore

.  Incontri con realtà locali allo scopo di attivare nuove opportunità

.  Evento espositivo/presentazione a fine residenza

 

A fronte di questo sostegno gli ospiti della residenza si impegnano a:

 

· Rispettare le regole della residenza e le norme contrattuali;

. Tenere un comportamento rispettoso della struttura ospitante, dell’ambiente e dei principi della civile convivenza;          

· Cedere l’opera concordata alla Tenuta come patrimonio Bridge Art del parco museale in fieri.

. Interagire con le comunità locali con workshop, incontri, conferenze e altre attività previste dal progetto e concordate con la direzione.

 

A ogni artista verrà richiesto:


1.  un deposito cauzionale di € 200,00 che verrà rimborsato al termine della residenza se non saranno stati riscontrati danni;

2.   dichiarazione liberatoria attestante la quota ricevuta come rimborso spese.

3.   liberatoria per la diffusione da parte di Bridge Art del materiale fotografico e/o testuale  prodotto dagli artisti durante la residenza.

 

  

Bridge Art - Associazione culturale

Viale Principe di Piemonte 39

96017 Noto (SR) - Italia

CF  PI 92023780890   

info@bridgeart.it

info.bridgeart@gmail.com

www.bridgeart.it 

Format di arte contemporanea e residenze

@Tenuta la Favola

Contrada Buonivini - Noto SR